Teatroterapia & Astrologia
LA BACCHETTA MAGICA
CHE MODIFICA LA STORIA

Tutti noi abbiamo una visione parziale del mondo, poiché lo osserviamo attraverso le nostre lenti o narrazioni abituali, ed interpretiamo gli eventi esterni adattandoli alle trame che abbiamo già in testa.
Per avere una prospettiva più completa è necessario ampliare ciò che siamo in grado di vedere attraverso l’ascolto degli altri, sforzandoci di essere meno rigidamente chiusi nella nostra visione delle cose e di avere una sincera curiosità per il modo in cui le vedono gli altri.
Pensiamo al modo in cui gli agenti di polizia, di fronte ad un incidente o ad un delitto, determinano quanto è accaduto. Idealmente, raccolgono tutte le testimonianze, spesso contrastanti, di chi ha assistito al fatto o di altri che possiedono informazioni chiave, e solo dopo esprimono un giudizio su ciò che è vero.

Così succede anche con i detective e gli investigatori dilettanti che risolvono i delitti trovando “chi lo ha commesso”, o così succede a noi, quando cerchiamo di decodificare il mistero più grande di chi siamo e di come possiamo fare la differenza.
La bacchetta magica per trasformare una storia ci arriva dalla flessibilità e dalla creatività con cui possiamo immaginare storie alternative ed è racchiusa nella capacità di trasformare le trame che stiamo pensando, raccontando e vivendo, dopo aver riconosciuto quale tipo di copione è più utile far prevalere di fronte alle grandi sfide della vita.
Il potere della bacchetta magica è dato dall’intelligenza cognitiva, emotiva e narrativa di formulare storie che gettino un ponte tra visioni contrastanti, scavalcando il bisogno di scagliarci contro chi ci propone delle visioni differenti dalle nostre e sforzandoci di ascoltare l’altro per capire ciò che ancora non abbiamo colto della complessità del mondo.

L’uso sapiente della bacchetta magica richiede che si sia sempre in grado di rivendicare il nostro diritto di dire come la pensiamo e il coraggio di entrare in un dialogo che può trasformare sia i nostri punti di vista che quelli degli altri, ricordando che una narrazione potente, che tocchi il cuore, può portare le persone a riconsiderare le loro situazioni e a fare dei cambiamenti significativi.
Condividere la nostra narrazione è quasi sempre più efficace che discutere da una posizione basata su opinioni o su fatti, dato che la nostra storia può fornire un contesto che spiega meglio quello che pensiamo e può fare luce sulle motivazioni profonde del nostro pensiero.
Solo una narrazione potente, che tocchi il cuore, oppure che colleghi il cuore alla mente e stimoli ad una azione concreta, può portare le persone a riconsiderare le loro situazioni e a fare dei cambiamenti.

La Teatroterapia ci fornisce la bacchetta magica che ha il potere di farci entrare in contatto con le risorse chiave della nostra interiorità attraverso una mente risvegliata, curiosa e interrogante, che lavora in linea con un cuore coraggioso e amorevole, che accetta la saggia guida della nostra anima che si sente viva e libera in un corpo capace di provare gioia.
Tutto questo è un nostro diritto di nascita, ma dobbiamo reclamarlo.
Questo è l’atto eroico che ci permette di trasformare la nostra storia: modificare i copioni interiori per cambiare i nostri comportamenti e poi naturalmente anche la nostra vita.


'Teatroterapia & Astrologia
LA BACCHETTA MAGICA
CHE MODIFICA LA STORIA' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

quattro × 1 =

Scroll Up