Teatroterapia & Astrologia
LA BUSSOLA NATURALE DELL’ISTINTO

Tutti siamo dotati di istinto, anche se non sempre sappiamo farne buon uso o tendiamo ad ignorare di essere in possesso di un tale patrimonio di risorse e di inclinazioni naturali che ci orienta e ci guida alla vita.

Quando siamo di fronte ad un dilemma o ad una questione che richiederebbe una soluzione o una risposta immediata, è proprio l’istinto che ci può soccorrere e guidare,
con la rapidità dei suoi impulsi genuini, facendoci propendere per un sì o per un no.
Se abbiamo una percezione di indifferenza di fronte a una scelta, vuol dire che non ci conosciamo abbastanza e quindi, individuare i nostri pensieri con prontezza ed interpretare le nostre reazioni emotive, potrebbe non riuscirci con facilità, e potremmo sentirci smarriti e tentennanti come dei bambini indecisi.
Ci dimentichiamo sovente che a volte, per sbloccare la situazione, basterebbe fare ricorso all’ispirazione del momento, magari incrociando le dita e accorgendoci con sorpresa che può funzionare.

In molte circostanze infatti, l’istinto rappresenta una “forza buona” che ci viene in soccorso quando siamo colti di sorpresa e non abbiamo il tempo che sarebbe necessario né per soppesare una risposta, né per maturare una decisione ragionata.
Sono i casi, questi, in cui conviene confidare nella bontà della vita e della natura umana e dare ampio spazio all’immediatezza e all’improvvisazione.
L’istinto non si fonda solo sui comportamenti innati e cioè sui meccanismi di reazione consolidati dalla specie umana, nel corso dei millenni, con infinite e ripetute sequenze di risposta agli stimoli, ma mette in gioco gran parte dei fattori individuali: propensioni, attitudini, modalità di comportamento, e tutto ciò che si riferisce alle esperienze personali di interazione con l’ambiente esterno.
In questo modo l’istinto può confondersi con l’intuizione improvvisa, il gesto impulsivo può mescolarsi con il lampo d’ingegno, e l’emotività con la ragione.
Spesso tendiamo a confondere l’istinto con l’intuito, ma mentre quest’ultimo è legato all’intelletto, il primo, al contrario, è un’inclinazione naturale che favorisce una spontaneità che non rientra nel dominio della ragione: questo è il motivo per cui tendiamo a diffidarne e a ritenerlo, più che una dote, un difetto tipico di soggetti poco riflessivi, piuttosto ingenui e un po’ immaturi.

É comunque innegabile che l’istinto sia in grado di suggerire soluzioni rapide e tempestivi rimedi per sbrogliare intricate matasse e che, con una maggiore conoscenza di noi stessi e dei nostri meccanismi di reazione, potremmo sicuramente avere maggior fiducia nella bontà dei nostri moti impulsivi, rinunciando ad addomesticarli completamente.
Sono soprattutto i bambini quelli che subiscono maggiormente la censura dei comportamenti istintuali, della libertà di espressione e del loro incontenibile bisogno di movimento e di conoscenza che li spinge a far esperienza del mondo, proprio come ogni altro cucciolo di tutte le specie animali.
L’educazione troppo spesso mortifica la vitalità infantile, la curiosità e il desiderio di espansione, che sono la parte migliore di un sano istinto di conservazione della propria natura genuina.
Con le tecniche della Teatroterapia è possibile recuperare gran parte della propria natura istintuale, attraverso il gioco, l’improvvisazione ed un risveglio della vitalità strettamente legato alla parte infantile, che continua ad esistere, anche se troppo spesso inascoltata, all’interno di ogni individuo adulto.


'Teatroterapia & Astrologia
LA BUSSOLA NATURALE DELL’ISTINTO' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

3 × due =

Scroll Up