Pranoterapia Olistica
GLI ORGANI E LE EMOZIONI

Secondo diverse filosofie e tradizioni noi siamo i creatori della nostra realtà. Ultimamente i filoni legati alla New Age hanno cavalcato questa teoria in modo mirando a farci credere che solamente pensando a una cosa avremmo potuto crearla, modificarla o attirarla.

Ci sono altri fattori da considerare come ad esempio la prevalenza della parte subconscia su quella conscia (il rapporto si stima sia circa di 9 a1), il fatto che dovremmo distinguere tra desiderio egoico e desiderio puro, il valore del denaro come mezzo e non come fine e soprattutto il reale meccanismo di questa legge: (e cioè che non) attraiamo ciò che (desideriamo ma ciò che) ha la nostra stessa vibrazione.

Su questo ultimo concetto sono stati fatti diversi esperimenti meccanici e fisici con orologi a pendolo o diapason che se messi vicini iniziano dopo poco tempo a muoversi all’unisono, diventando appunto parte della stessa vibrazione.

In questo pensiero di “creazione della realtà” rientra quello della malattia, che può essere letta come un messaggio creato inconsciamente per portarci un insegnamento. Attraverso il corpo (materia) creiamo e dunque riceviamo segnali che altrimenti non potremmo capire (spirito): in questo modo possiamo comprendere quale “gradino” stiamo faticando a salire nella nostra evoluzione.

Probabilmente ci fu un tempo in cui l’uomo comune era in grado di leggere questi messaggi e capire la direzione giusta da prendere. Ora con la velocità del progresso la guarigione ha assunto un altro significato e questi “segnali” sono decifrabili solo da guaritori, sciamani o, nel mondo occidentale, da chi ha competenze in psicosomatica. Ogni segnale del corpo nasconde un’emozione che non abbiamo espresso o che ci sta condizionando la vita.

In Medicina Tradizionale Cinese l’osservazione delle emozioni ha un posto di importanza primaria nella diagnostica: ogni Organo o Viscere e strettamente collegato a un’emozione e ogni parte del corpo o funzione ne è lo specchio; ad esempio, il fegato è la casa della rabbia, la vescicola biliare ci facilita nell’iniziare qualcosa di nuovo mentre l’intestino tenue è più legato allo scegliere tra due o più cose. il cuore esprime gioia ed euforia e si ammala quando diventano eccessive o vengono represse, la milza, lo stomaco e il pancreas rimuginano le preoccupazioni, i polmoni soffrono la tristezza, il distacco e l’abbandono ed i reni vengono bloccati dalla paura. Comprendere questi equilibri è un grande passo verso la Guarigione, quella vera, non solo del corpo ma anche dell’Anima. Quando si assimila questo concetto la sofferenza e la malattia potrebbero quasi essere benedizioni.


'Pranoterapia Olistica
GLI ORGANI E LE EMOZIONI' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

15 + venti =

Scroll Up