Pranoterapia Olistica
INCARNAZIONE E INDIVIDUAZIONE

In Medicina Tradizionale Cinese solitamente il terapeuta (agopuntore, shiatsuka, TuiNa) tratta i dodici Meridiani Energetici detti Principali che sono quelli legati strettamente agli organi ed ai visceri della persona.
Essi iniziano a diventare operativi dopo la nascita ed agiscono su un’ energia connessa con la vita quotidiana, con gli stimoli esterni, con la capacità di equilibrio nell’esperienza di tutti i giorni.
Quando si vuole però agire su altri fattori come la costituzione profonda dell’individuo è necessario andare a risvegliare un’energia più sottile, quella dei canali detti Straordinari. Questi canali, essendo più legati alla costituzione dell’individuo, non sono influenzati direttamente da fattori climatici o emozionali ma possono al contrario avere effetto su di loro.

Si formano al momento del concepimento, l’unione del maschile e del femminile porta allo sviluppo del Jing (essenza vitale), ciò crea le premesse perché possa venire accolto lo Shen (Spirito), che a sua volta contiene l’elaborazione del Qi (energia vitale) all’interno di quello che poi sarà il corpo. Così come a livello fisico è in atto un’espansione a partire da una cellula, anche a livello energetico si attua un processo simile partendo dal centro vitale chiamato Ming Men (Porta del Destino), in cui è avvenuta l’unione tra Cielo e Terra che ha dato via alla vita individuale.

Questa è un’ evoluzione verticale, di spinta verso l’alto, per la risalita, infatti tutti i canali straordinari (tranne uno) si muovono dal in questa direzione esprimendo il processo di estensione dell’individuo. Questo processo, ancora nel grembo materno porta alla formazione dell’impalcatura genetica.
In questo modo si creano gli otto Canali Straordinari.

Il primo canale che si forma è il CHONG MAI (Vaso Penetrante), possiamo immaginarlo come un tronco che si verticalizza a partire da un nucleo centrale che si trova appena sotto l’ombelico (Ming Men). A partire da questo centro l’ embrione inizia a pulsare, a vivere e ad espandersi. Si sviluppa così un primo “tubo” verticale, un canale centrale di energia.
La caratteristica principale del Chong Mai è la capacità di trasformazione e cambiamento.

É la potenza, l’irruenza della vita che si mostra, è la forza vitale primordiale, è una sorgente d’acqua profonda che sale dalla Terra e zampilla verso l’alto.
Nel cambiamento continuo del bambino piccolo, nella sua vitalità, apertura, flessibilità, e disponibilità al nuovo possiamo vedere questa potenza.

Per questo il disturbo principale di Chong Mai è l’immobilità fisica ma anche mentale oltre che la difficoltà a cambiare.
Chong Mai è l’irrompere della vita, stimolarlo significa dare irruzione ad essa, poiché entra in gioco dall’inizio della gestazione consentendo il primo vagito dandogli tutta la potenza di cui necessità. Questo impeto ci consente di vincere le nostre resistenze al cambiamento.
Il suo punto di apertura infatti si trova sul canale della Milza che è strettamente collegata ad esso tramite il suo Shen (spirito), lo Yi che rappresenta la capacità di cambiare attraverso l’evoluzione.

L’individuo con forte energia Chong Mai nella propria costituzione sarà una persona con il bacino più voluminoso del torace, con tendenza al sovrappeso soprattutto a livello dei glutei e della parte bassa del corpo. Avrà una predisposizione ai disturbi della pelle, facilità alla cellulite e piedi freddi. Il blocco del canale può portare a lombalgie tipo “colpo della strega” che esprime la rigidità verso il cambiamento.

Psichicamente la parola chiave è “trasformazione”, una carenza quindi farà si che la persona sia un individuo molto legato alla sua terra, alle tradizioni intese come abitudini di vita: mangiare, il modo di vestirsi e così via, dalle quali fatica a distaccarsi. Potrà avere problemi a cambiare ruolo. Sono quelle persone che hanno bisogno che tutto fili liscio e questo produce molta ansia in loro; persino i cambiamenti positivi possono essere fonte di turbamento. In poche parole le persone con deficit di Chong Mai hanno tutte le potenzialità ma faticano a manifestarle e questo li porta alla difficoltà a cambiare idea e punto di vista, alla lentezza di pensiero e alla rigidità psicologica. Hanno spesso la sensazione più mentale che fisica di essere più vecchi di quanto sono, perdono interesse ed entusiasmo nelle cose e sono incapaci di cogliere il continuo fluire della vita.

L’attivazione ed il trattamento di questo canale può essere di grande aiuto nel superare questi disagi, inoltre, a livello fisico il Chong Mai può essere responsabile anche di problemi come: disfunzione erettile, asma, dolori al petto, problemi mestruali, problemi alla fertilità, disturbi della gravidanza, e come già detto, il famigerato colpo della strega.
“…Il Chong Mai è l’architetto, che esprime e dà forma ai progetti, in altre parole ai bisogni strutturali dell’individuo che sta incarnandosi…” 


'Pranoterapia Olistica
INCARNAZIONE E INDIVIDUAZIONE' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

4 × 3 =

Scroll Up