Pranoterapia Olistica
L’ADDOME COME SIMBOLO
DEL BISOGNO DI PROTEZIONE

Il carattere Mu in cinese significa “raccogliere”, indica infatti che questi punti hanno la capacità e la caratteristica di reclutare precisi processi energetici all’interno di essi.
I punti Mu (o Bo) del torace e dell’addome sono considerate delle centraline di “allarme” perché riflettono chiaramente la condizione energetica degli organi interni. A differenza dei punti Shu (del dorso) sono posizionati nella parte anteriore del corpo su torace e addome.
Come dicevamo hanno il compito di reclutare energie, in particolare di tipo Yin, per questo motivo sono maggiormente indicati per riequilibrare sindromi cosiddette da pieno (Yang). Possono comunque essere utilizzati per trattare sia patologie acute che croniche.
Sono usati in Medicina Tradizionale Cinese, in parte per intervenire materialmente sul benessere strutturale dei singoli organi e visceri del corpo umano attraverso la loro stimolazione fisica ed in parte come mezzo di valutazione energetica visto che la consistenza al tatto, il colore cutaneo e la presenza di dolore localizzata lungo il loro decorso possono dare indicazioni sullo stato di salute di ogni singolo organo e viscere del nostro organismo.

Alcuni di questi punti sono collocati lungo i meridiani corrispondenti all’organo a cui fanno riferimento; altri invece si possono trovare su meridiani differenti ma all’altezza della localizzazione fisica dell’organo stesso.
Vadiamo di preciso la loro localizzazione anatomica:
Punto Mu del Polmone: Sul bordo esterno della seconda costa a 6 pollici trasversi dalla linea centrale del corpo.
Punto Mu del Fegato: Nel 6° spazio intercostale sulla verticale del capezzolo, 1,5 pollici trasversi, a lato del punto Stomaco 19.
Punto Mu della Milza: Sull’estremità libera dell’ 11° costola, con braccio addotto e gomito flesso; si trova all’altezza dell’ olecrano.
Punto Mu della Vescica Biliare: Nel 7° spazio intercostale sulla linea del capezzolo.
Punto Mu del Rene: Sul bordo inferiore dell’estremità libera della 12° costola.
Punto Mu dell’ Intestino Crasso : 2 pollici trasversi a lato dell’ ombelico.
Punto Mu del Ministro di Cuore (Pericardio): Al centro del petto fra i 2 capezzoli.
Punto Mu del Cuore: 6 pollici trasversi sopra l’ombelico e 2 pollici trasversi sotto il processo xifoideo.
Punto Mu dello Stomaco: A metà strada fra l’ombelico e la punta dello sterno.
Punto Mu del Triplice riscaldatore: 2 pollici trasversi sotto l’ombelico.
Punto Mu dell’ Intestino Tenue: 3 pollici trasversi sotto l’ombelico.
Punto Mu della Vescica Urinaria: 1 pollice trasverso sopra il bordo superiore della sinfisi pubica e 4 pollici trasversi sotto l’ombelico.

La zona addominale simbolicamente rappresenta la parte più Yin del corpo, quindi dove abbiamo più bisogno di protezione, dove coesistono le parti più sensibili e delicate di noi stessi, non a caso quando vogliamo proteggerci, la chiusura del corpo (portando in avanti le spalle ed inarcando la schiena) ha come risultato la difesa di questa zona.
L’avvio della vita post-natale ha principio con l’ attivazione dei punti Mu, seguendo un circolo simbolico preciso; inizia infatti con il punto del Polmone che rappresenta l’accettazione della vita ma anche la separazione da tutto ciò che è stato prima (taglio del cordone ombelicale), il Polmone fornisce quindi il primo respiro che scende per comunicare con quello che in energetica è il suo “compagno”, l’Intestino Crasso che si trova sul meridiano dello Stomaco (il punto 25), respirare e nutrirsi, i fondamenti per la sopravvivenza. Poi si formano i punti di Rene e Vescica che forniscono la forza e la tempra per poter esprimere se stessi. Dunque è la volta di Fegato e Vescicola Biliare, che rappresentano l’organizzazione e pianificazione del destino. Il Fegato chiamato anche “il Generale”, infatti è preposto a dare le direttive al fine di incontrare l’ Imperatore, Il Cuore che prima di fornire il suo giudizio si consulta col suo ministro, il Pericardio, fido consigliere che ha la facoltà di discernimento su quelle che saranno le esperienze nel destino del futuro adulto. Quelle che vengono approvate raggiungono l’Imperatore che per comprendere ed imparare questa lezione, la vita, si rivolge all’ambiente esterno, simboleggiato dall’elemento Terra, la Milza; trasformazione ed assimilazione della nostra vera natura.

Inoltre osservando il disegno che compongono i punti Mu si può intravedere la forma di una tartaruga che è una delle quattro creature mitologiche della tradizione cinese,
uno degli Emblemi Celesti, simbolo di longevità e saggezza. Attraverso la lettura di questo simbolo si può effettuare il massaggio Taoista dell’addome dove ogni estremità del corpo della tartaruga diventa un punto riflesso preciso da ascoltare e trattare.


'Pranoterapia Olistica
L’ADDOME COME SIMBOLO
DEL BISOGNO DI PROTEZIONE' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

4 + cinque =

Scroll Up