conoscere-Jung danilo talarico

IL SÉ:
CONNETTITI AL TUO CUORE PSICHICO

IL SÉ:
CONNETTITI AL TUO CUORE PSICHICO. 

L’archetipo del Sé è l’elemento fondativo della psicologia junghiana: mentre il complesso dell’IO rappresenta il Centro della coscienza, il Sé per Jung e’ il nucleo della totalità psichica. Oltre a formarne il centro, include e abbraccia l’intero sistema psichico con la forza della sua irradiazione.

 Il Sé è il vero e proprio “CUORE PSICHICO” dell’essere umano: è teso fra i due mondi del conscio e dell’inconscio, e si manifesta attraverso la continua tensione delle loro forze.

Gli inizi di tutta la nostra vita psichica sembrano scaturire, inestricabili, da questo punto, e tutte le mete ultime e supreme sembrano convergevi.  Il Sé è il fuoco centrale, la nostra parte individuale di divinità, è l’ideale cristiano primitivo del Regno di Dio che è dentro di noi.

L’archetipo del Sé esprime la soppressione dei contrasti in una sintesi superiore. É il cosiddetto “simbolo unificatore”, che riunisce i sistemi parziali della psiche; quel principio alchemico della coincidentia oppositorum., nel quale Jung ha riconosciuto il fine della terapia analitica. I suoi simboli sono portatori della “funzione trascendente”, ossia della conciliazione delle varie coppie di contrari della psiche in una riuscita sintesi.

Mentre ogni simbolo presente nel Tema Natale rappresenta un singolo archetipo psichico, quello del Sé è simboleggiato dalla totalità del Tema stesso che, proprio per questo, costituisce un “Mandala”, ovvero la rappresentazione grafica del Sé.

L’istanza junghiana del Sé può, in qualche modo, essere assimilata al principio greco del daimon, perfettamente descritto da questa parole di James Hillman : “Prima della nascita, l’anima di ciascuno di noi sceglie un’immagine o disegno che poi vivremo sulla terra, e riceve un compagno che ci guidi quassù, un daimon, che è unico e tipico nostro. Tuttavia, nel venire al mondo, ci dimentichiamo tutto questo e crediamo di esserci venuti vuoti. È il daimon che ricorda il contenuto della nostra immagine, gli elementi del disegno prescelto, è lui dunque il portatore del nostro destino”.

Grazie al linguaggio simbolico dell’astrologia, è possibile entrare in contatto mediato con gli archetipi. L’astrologia, in largo anticipo rispetto ai miti e ad altre strutture simboliche, è stata una delle modalità più antiche attraverso le quali gli esseri umani hanno dato forma agli archetipi che si muovevano nel loro inconscio.

I glifi presenti all’interno del Tema Natale hanno, infatti, un significato psicologico ed evolutivo per la coscienza, perché sono i simboli dei dodici archetipi costitutivi della psiche umana (i “pianeti”) e delle dodici tipologie psicologiche base (i “Segni”) nelle quale è possibile ordinare i quasi 8 miliardi di esseri umani presenti sulla Terra.

Ispirandoci a quanto scrive Paolo Francesco Pieri del Sé nel suo “Dizionario Junghiano”, il Sé è simbolo dell’unità tendenziale della psiche. Il Sé non è un terzo intermedio della psiche, ma esprime coscienza e inconscio insieme, ossia una congiunzione nella quale la tensione tra gli opposti può trovare finalmente pace. In questa particolare accezione di entità che esprime e contiene tutte e parti della psiche, in esso, e solo in esso, è possibile l’incontro tra coscienza individuale e inconscio collettivo e, di conseguenza, la ri-unificazione e il rispecchiamento di microcosmo (Io, individuo) e macrocosmo (Dio, Universo).
di Danilo Talarico.

Approfondisci la conoscenza del pensiero di Carl Jung e della sua psicologia partecipando ai corsi del CPAmilano – Accademia di Psico(astro)logia junghiana: inaugurazione del nuovo anno formativo a Milano il 17/18 novembre 2018.

-1

'IL SÉ:
CONNETTITI AL TUO CUORE PSICHICO
' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

19 − 12 =

Scroll Up