Coaching & Floriterapia
FLORITERAPIA SPIRITUALE

Il medico inglese Edward Bach, vissuto a cavallo fra Ottocento e Novecento, scoprì e successivamente divulgò la Floritepia che prese il suo nome. Egli aveva brillantemente concluso gli studi di Medicina allopatica (con un ruolo di spicco nel campo della microbiologia) e di Omeopatia. Anche se aveva conseguito risultati importanti e lavorava in un prestigioso studio medico londinese, egli decise di allontanarsi da quel mondo, che giudicava molto superficiale. Bach voleva continuare a cercare la causa della sofferenza umana e non più solo nei meandri della scienza moderna, ma anche in campo spirituale. Lasciò tutte le certezze che si era costruito e si trasferì nel Galles, dove amava fare lunghe passeggiate nella brughiera.
A poco a poco entrò in comunione con la Natura, soprattutto col mondo vegetale. Iniziò ad osservare queste creature verdi, apparentemente immobili e inanimate, e con pazienza e ore di osservazione, iniziò ad intuire che questi essere viventi avevano molto da dire e da insegnare. Il suo era ormai diventato un viaggio oltre le normali percezioni fisiche e, da buon terapeuta, voleva trovare un modo per portare a tutti il beneficio di quelle piante. Grazie al suo ampio bagaglio di studi, ideò alcuni metodi per creare una tintura madre da alcune di quelle piante che lo “attiravano” a sé: fu così che nacquero i primi Rimedi. 
Edward Bach fu inarrestabile: alla sua prematura morte (all’età di cinquant’anni) egli aveva scoperto ben 38 rimedi floreali, lasciandoci una grande eredità spirituale. Molte delle cose che ha sperimentato e lasciato scritto devono ancora essere comprese nel mondo attuale, ad oltre ottant’anni dalla sua scomparsa. Ma su cosa si basa il suo sistema?
Bach credeva fermamente nel fatto che ogni anima presente sul nostro pianeta debba fare un percorso evolutivo per poter apprendere alcune lezioni di vita e sanare alcuni “difetti”. L’Anima sa esattamente cosa deve fare e quali prove affrontare, per cui ci guida con estrema saggezza durante il percorso della nostra esistenza. Essa è una manifestazione di Amore ed Equilibrio, tuttavia il suo operato viene spesso messo alla prova dal nostro Ego. L’ego può interferire con il lavoro dell’Anima in modo molto pesante, ma non è il solo a portare problemi: una persona non consapevole si fa guidare dalle emozioni e da tutto ciò che l’ambiente esterno gli propina. 
L’obiettivo della Floriterapia è quindi quello di ripristinare in maniera sana il dialogo che Anima e Personalità devono avere fra loro. 
Per poter fare questo ci vuole, ovviamente, una buona dose di umiltà, unita alla volontà di iniziare un percorso su di sé che può durare anche molto tempo. Il percorso floriterapico si può fare anche da soli, ma bisogna evitare di improvvisarsi. Per questo motivo affidarsi ad un Floriterapeuta esperto può essere un buon modo per iniziare a lavorare su se stessi. Con fiducia e tranquillità, inizieremo ad osservare in noi le molteplici “maschere” che l’Ego indossa, facendole finalmente cadere. Man mano che si andrà avanti con il percorso, inizieremo a “riconoscerci” sempre di più per quello che veramente siamo e potremo concentrarci sui nostri reali obiettivi di vita. 


'Coaching & Floriterapia
FLORITERAPIA SPIRITUALE' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

20 + nove =

Scroll Up