Coaching & Astrologia
DIVENTA AMICO DI GIOVE in SAGITTARIO

“Vi auguro il buonumore.
Ecco quello che bisognerebbe offrire e ricevere.
Ecco la vera educazione che arricchisce il mondo e,
rima di tutto, colui che dona.
Ecco il Tesoro che si moltiplica attraverso lo scambio”
(Emile Chartier)

 

Il 9 novembre 2018 è il primo giorno nel quale il Pianeta Giove, così come osservabile dalla Terra, ha operato all’interno della Costellazione Zodiacale Sagittario, quella di cui è massimo rappresentante. L’ultimo giorno sarà il 1° dicembre 2019.

Sono sicuro che in questi giorni avrai già avuto modo di leggere svariate interpretazioni astrologiche su come questo evento impatterà su di te in rapporto al tuo Segno di nascita.

Come sai, se mi segui da tempo, il modo in cui io faccio coaching dei movimenti planetari è alternativo a quello della tradizione.

Grazie ai principi junghiani di proiezione e sincronicità, il Giove che interessa a noi non è quello del Cielo, materia di studio degli Astronomi, ma quello che risiede in noi, nel nostro Cielo Interiore, di cui il Giove astronomico è “gancio proiettivo”.

Interpretare i cosiddetti “transiti” in una prospettiva di coaching psico(astro)logico junghiano significa iniziare dall’analizzare all’interno di quale psiche/Tema Natale avviene il movimento energetico in analisi, in questo caso quello della funzione psicologica simboleggiata da Giove.

Giove, nel nostro modello interpretativo di riferimento, rappresenta la funzione fideistica della psiche e ci permette di esprimere con una modalità soggettiva l’archetipo dello Ierofante.

Con una definizione immediata si può dire che la funzione di Giove nella personalità di ognuno di noi sia quella di spingerci verso l’emancipazione definitiva dal passato, ritrovando al proprio interno la forza e il coraggio di abbandonare la comfort zone, il noto e il certo all’avventurosa ricerca di un territorio “straniero” e cioè non noto e non certo, in quanto mai conosciuto prima. Per agire al meglio la funzione fideistica abbinata a Giove, devi accertarti di aver sviluppato un livello di auto-stima consistente, che ti permetta di essere fiducioso e ottimista verso il futuro e che ti porti a credere, prima di averne avute le prove concrete, che il domani e il nuovo sarà certamente migliore dell’oggi e del già noto

Questa premessa è necessaria per ipotizzare, in questa sede a livello esclusivamente teorico, in quale modo l’azione del tuo Giove Interiore attraverso la sua Costellazione di riferimento, che ne amplifica quindi i significati appena descritti, potrà manifestarsi concretamente nella tua vita quotidiana.

A questo punto è fondamentale ricordare che ogni movimento energetico può essere interpretato in modo a te utile solo inserendolo nella totalità del tuo Tema Natale e rapportandolo alla tua maturità psicologica di oggi e al tuo obiettivo esistenziale. Questo può avvenire nel modo migliore attraverso un colloquio individuale di coaching basato sul Tema Natale che incarni.

In uno schema interpretativo semplificato, i Tipi Psicologici che potrebbero trarre i maggiori vantaggi dal suo ciclo sono: 1) Sagittario; 2) Leone; 3) Ariete. Al contrario, nel rispetto della struttura dei tipi psicologici definita da Carl Jung alla quale noi ci ispiriamo, questi sono quelli che potrebbero venirne maggiormente sfidati: 1) Vergine; 2) Gemelli; 3) Pesci.

Anche se so che quello che sto per dirti forse smonterà alcune certezze granitiche che ti ha trasmesso l’astrologia tradizionale, devo confermarti che, pur essendo tu nato nei mesi Sagittario, Leone o Ariete, nulla potrà garantirti che nelle prossime settimane la tua vita andrà incontro a fortune mai viste prime. Allo stesso tempo ti invito, se sei nato nei mesi Vergine, Gemelli o Pesci, a non trasformarti in una Cassandra, attirando eventi spiacevoli perché qualcuno ti ha convinto che sicuramente te ne dovranno capitare a “causa” di questo “brutto” Giove contrario.

Nella mia esperienza quotidiana di astro-coach ho imparato che la vita di ognuno di noi è fortunatamente più ricca di possibilità e più imprevedibile di quanto alcuni approcci deterministici e dicotomici vorrebbero farci credere. E tu, soprattutto se hai superato i trent’anni, potresti aver raggiungo una buona consapevolezza di te, dei tuoi talenti e tuoi limiti, da poter fronteggiare più che bene le sfide evolutive del tuo Giove Interiore. Al contrario, se ancora oggi non ti fidi del tue visioni, sei iper-razionale e vedi quasi sempre il bicchiere mezzo vuoto come se fosse completamente vuoto, pur rientrando teoricamente tra i più aiutati da questo ciclo, potresti ricevere dal tuo Giove Interiore più di una tirata d’orecchi per averlo così poco espresso nella tua vita.

Dal punto di vista di un positive coach, che come sai è il mio, il modo migliore per guidare e canalizzare ogni nostro ciclo energetico risiede nel mantenere un approccio armonico ed equilibrato nei confronti di quanto sta succedendo. Ti invito quindi non estremizzare le aspettative positive e, allo stesso tempo, a non farti abbattere da ipotesi terroristiche e terrorizzanti. Il nostro IO quando è centrato e, allo stesso tempo, solido e correttamente flessibile, sa gestire al meglio ogni richiesta evolutiva.


'Coaching & Astrologia
DIVENTA AMICO DI GIOVE in SAGITTARIO' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

4 × 4 =

Scroll Up