IL FILM DELLA SETTIMANA:
LETO/SUMMER

RI-CONTATTA I TUOI PESCI INTERIORI
e ASCOLTA LA MUSICA DEL TUO INCONSCIO

IL FILM DELLA SETTIMANA: LETO/SUMMER
di KIRILL SEREBRENNIKOV, RUSSIA 2018
Con: Teo Yoo, Irina Starshenbaum
Durata: 126 minuti
Uscita cinema: 15 novembre 2018

Leto in russo significa estate. L’estate, quella stagione tanto amata da chi vuole divertirsi, dimenticare gli obblighi e i doveri e pensare solo a ricaricare le pile, a essere felice.
Questo succede nel pieno degli anni ottanta ai protagonisti del film: Mike e Natasha sono musicisti e sono fidanzati e in un giorno d’estate incontrano Viktor, anch’esso musicista agli esordi. Si piacciono, forse s’innamorano. Natasha di Viktor, Viktor di Natasha… ma forse anche Mike di Viktor. In questo contemporaneo “Jules et Jim”, l’amore prende tante forme, la forma della sessualità, della libertà, dell’arte.

Sicuramente i tre protagonisti condividono l’amore per la musica, soprattutto quel rock che l’Unione Sovietica pre Perestroika invece non amava, facendo di tutto affinché non penetrasse dall’estero.
Amare questo tipo di musica significava non amare la propria nazione, essere dei ribelli, dei contestatori, addirittura degli anarchici. Ancora oggi il regista Kirill Serebrennikov. Ha dovuto cercare il soldi all’estero per produrre per canali indipendenti quest’opera rivoluzionaria sia nei contenuti che nella forma. Serebrennikov sceglie infatti uno stile di regia particolare, più da videoclip che da film mainstream che strizza l’occhio alla video arte e ogni tanto dimentica di aiutare lo spettatore a seguire le sue ellissi mentali con una sceneggiatura poco lineare.

Sia nella sostanza che nella forma vediamo espressi i significati più profondi dell’archetipo dei Pesci e di Nettuno: il desiderio insito nell’essere umano negli strati più profondi della sua psiche di volere essere assolutamente libero, senza limiti e costrizioni. Essere soprattutto libero di esprimere la propria unicità e irripetibilità dando forma creativa alla propria esistenza, non per un fine definito, ma per il semplice piacere di farlo. La musica è sempre stata collegata ai Pesci e a Nettuno come strumento che aiuta in modo naturale l’allentamento dei filtri della coscienza e l’avvicinamento alle proprie dimensioni inconsce. L’inconscio: l’unico regno della psiche in cui vige la legge naturale di essere istintivamente e pulsionalmente se stessi.

Il regista sintetizza così il suo film: “è un storia d’amore, un’ode alle future icone del rock, al loro modo di vivere, all’aria che respirano. È la storia dell’estate prima della Perestroika, prima della completa trasformazione di quell’ambiente in ciò che sarebbe diventata la Russia di oggi. Siamo nei primi anni ’80, raccontati in bianco e nero, l’unico modo per narrare le vicende di questa generazione, dal momento che la nozione di colore è apparsa solo più tardi nell’immaginario collettivo russo”.

STELLE INTERIORI RISVEGLIATE: 6/12 
di Danilo Talarico

Impara ad usare le immagini, l’arte e il cinema come strumenti attivatori di un dialogo proficuo tra te e il tuo inconscio! Partecipa ai corsi del CPAmilano – Accademia di Psico(astro)logia Junghiana e apprendi come usare le più moderne tecniche immaginative di self-coaching e auto-guarigione


'IL FILM DELLA SETTIMANA:
LETO/SUMMER' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

4 × 2 =

Scroll Up