IL FILM DELLA SETTIMANA:
DISOBEDIENCE

RI-CONTATTA IL TUO SATURNO INTERIORE
e NON PERMETTERE A NESSUNO DI DEFINIRE IL "TUO" GIUSTO

 

IL FILM DELLA SETTIMANA: DISOBEDIENCE
di SEBASTIAN LELIO, USA 2017
Con: Rachel Weisz, Rachel McAdams  .
Durata: 114 minuti.
Uscita cinema: 25 ottobre 2018.

Esti è una giovane ragazza londinese e la sua esistenza è impregnata dei dogmatismi della comunità ebraica ortodossa all’interno della quale vive. Esti appare felice della sua vita, che si svolge all’interno di una comfort zone ristretta, ma allo stesso tempo rassicurante. Tutto sembra infatti scorrere tranquillo nella sua vita, compreso il suo matrimonio con Dovid, studioso della Torah.

 

Questa apparenza di normale serenità viene sconvolta dal ritorno a Londra di Ronit, obbligata a tornare a casa da New York per il funerale del padre, rabbino della comunità. Anni prima, infatti, Ronit e Esti sono state amanti. Ronit non ha accettato di sacrificare la sua scelta di amre altre donne e per questo è stata “esiliata” in America dalla sua famiglia, che ha preferito “perdere” una figlia piuttosto che perdere la reputazione nella propria piccola comunità. Esti, al contrario, non ha avuto la stessa forza dell’amica, e ha lasciato che i forti condizionamenti a cui è sempre stata sottoposta si infiltrassero nella sua volontà personale fino a comandarla, ordinandole quel matrimonio a cui è impossibile scappare se non si vuole perdere l’onore che concede a chi gli si subordina.

 

Il critico Giancarlo Zappoli scrive: “in un mondo in cui alcuni tabù sembrano essere stati in gran parte lasciati alle spalle, il giudizio moralistico e non morale, che guarda cioè a ciò che appare senza interrogarsi sulle ragioni, non ha smesso di esistere e di condizionare le nostre esistenze”. In effetti, la sceneggiatura del film descrive con precisione archetipica assoluta la funzione del Super-Io saturniano, nei suoi aspetti luminosi e nei suoi lati ombra. Vivere rispettando in modo quasi esclusivo la propria legge è traguardo evolutivo altissimo e appannaggio di pochi. Perché pochi sono coloro i quali hanno il coraggio di combattere continue battaglie (vincendole) contro una maggioranza incapace di farsi individualità e che non può permettere a chi se lo pone come obiettivo d riuscirci.

 

Affermando il loro amore “diverso” e cioè unico, speciale, non condizionato, Esti e Ronit, non si ergono a paladine di un orgoglio omosessuale stereotipato, tematica che al regista non interessa per nulla, ma diventano perfette interpreti dell’archetipo del Viaggio dell’Eroe. Un Viaggio che come traguardo ha l’individuazione, diventare se stessi, qualunque siano gli strumenti da usare e gli ostacoli da superare per diventarlo.

STELLE INTERIORI RISVEGLIATE: 7/12 
di Danilo Talarico

Impara ad usare le immagini, l’arte e il cinema come strumenti attivatori di un dialogo proficuo tra te e il tuo inconscio! Partecipa ai corsi del CPAmilano – Accademia di Psico(astro)logia Junghiana e apprendi come usare le più moderne tecniche immaginative di self-coaching e auto-guarigione


'IL FILM DELLA SETTIMANA:
DISOBEDIENCE' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

2 × 1 =

Scroll Up