IL FILM DELLA SETTIMANA:
L’APPARIZIONE

RI-CONTATTA IL TUO NETTUNO INTERIORE
e SCOPRI LA POTENZA DELL'INCONSCIO COLLETTIVO

 

IL FILM DELLA SETTIMANA: L’APPARIZIONE
di XAVIER GIANNOLI, FRANCIA 2018
Con: Vincent Lindon, Galatea Bellugi  .
Durata: 144 minuti.
Uscita cinema: 11 ottobre 2018.

Anna è una ragazza di 16 anni. Anna è nata orfana, dopo essere stata data in affido a varie famiglie da poco ha deciso di prendere i voti ed è una novizia di un convento di un paesino del sud est della Francia. Il suo destino ormai è segnato: vivere un’esistenza ritirata, fatta di dedizione agli altri e Cristo, l’unico “uomo” al quale si considera sposata e al quale ha donato la sua Verginità.

 

A sovvertire questo quadro, ormai quasi completamente dipinto, ci pensa, come sempre, la potenza della psiche, che ci ricorda che ostacolare i piani della Natura nel suo “naturale” disvelarsi significa compiere peccato di hybris, l’unico per il quale gli Antichi prevedevano punizioni severe.

 

Anna porta dentro di se il complesso di essere stata rifiutata, rifiutata dalla madre, rifiutata dal padre e, quindi, rifiutata dal Mondo. Anna, come tutti i bambini non accertati da chi avrebbe dovuto metterli al Mondo con amore e dedizione incondizionati, ha scritto nel proprio inconscio un copione di colpa, di essere la causa di questo rifiuto, di essere uno scarto, di essere feccia umana.

 

Come ci ricorda il mito di Kore e Ade, è proprio tra la fine della pubertà e l’inizio dell’adolescenza, che i traumi neonatali riaffiorano, grazie alla scoperta della sessualità e alla possibilità di essere finalmente amati dal principe o dalla principessa azzurri di turno. Quando, però, si ha un passato come quello di Anna, questo riemergere di un bisogno primario come la sessualità, e l’amore che dovrebbe conseguirne, viene ostacolato da meccanismi di difesa fortissimi, che mirano a difenderci dalla possibilità di rivivere quell’angoscia di morte causata dall’essere stati rifiutati per il solo motivo di esistere.

 

Anna, come tante altre ragazze adolescenti di cui parlano i miti di svariate culture, si protegge dal Mondo reale accettando il caldo abbraccio dell’archetipo, in questo caso quello della Donna Anima, della Kore, dell’Innocente, diversi modi per definire quel bisogno di proteggersi dall’assumersi la responsabilità del vivere, che ha come simbolo universalmente riconosciuto la figura di un’altra Vergine, questa volta di nome Maria.

 

Novella Bernadette, Anna un giorno vien giù dai monti con la bella novella: “la Vergine Maria mi è apparsa è mi ha parlato”. In questo momento prende avvio la vicenda narrata dall’ultimo film di Giannoli che ci fa capire molto bene come sia collettivo il bisogno di proteggersi dalla crudeltà della verità attraverso il ricorso al sogno ad occhi aperti e all’illusione. E, ancor di più, rende esplicito come a farlo sia l’uomo comune, colui che, in realtà, sembrerebbe aver scelto di vivere nel Mondo. I rappresentanti della Chiesa, che sul mito hanno fondato un potere politico che si perpetua da più di due millenni, hanno un obiettivo ben diverso: fare in modo che nulla possa scalfire il delicato equilibrio tra finzione e verità così faticosamente costruito nei secoli e nelle maglie del quale trovano la loro unica ragion d’essere. Quando l’inchiesta canonica sulle apparizioni di Anna si concluderà, la vita di questa giovane e tormentata ragazza, per i burocrati del Vaticano, non sarà altro che un nuovo dossier da riporre, una volta averlo asetticamente classificato, tra i tanti altri dossier dimenticati.

STELLE INTERIORI RISVEGLIATE: 7/12 
di Danilo Talarico

Impara ad usare le immagini, l’arte e il cinema come strumenti attivatori di un dialogo proficuo tra te e il tuo inconscio! Partecipa ai corsi del CPAmilano – Accademia di Psico(astro)logia Junghiana e apprendi come usare le più moderne tecniche immaginative di self-coaching e auto-guarigione


'IL FILM DELLA SETTIMANA:
L’APPARIZIONE' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

dodici + venti =

Scroll Up