Art Coaching
FARE ARTE INSIEME

“Il momento della creazione rappresenta un istante prezioso,
in cui prende vita qualcosa di unico, fino a quel momento rimasto nascosto.
Qualcosa che si espone per essere condiviso, per comunicare,
esprimersi, un modo speciale di percepire la realtà”
(J.Hillman, in “Re-visione della psicologia”)

 

Fare arte insieme permette di poter avere uno spazio intimo e personale di creazione, dove ognuno crea il suo pezzo, che verrà esposto per essere condiviso, come dice Hillman, e con quel pezzo comunicherà, esprimerà un modo speciale di percepire la realtà che verrà messo in relazione con altri modi di percepire la realtà.

Lavorare insieme, gomito a gomito, è condividere le fatiche, le tensioni ma anche le gioie e i divertimenti, e in tutto ciò gioca un ruolo fondamentale la fiducia. La fiducia nelle persone con cui si lavora, valorizzando le loro capacità e le loro potenzialità individuali, così che l’individuo possa emergere e valorizzarsi nella condivisione sia del processo creativo che dell’opera.

Condividere un viaggio artistico con altri individui e creare insieme, ci espone all’altro, che diventa il nostro specchio. In un percorso artistico di gruppo, vi è un momento intimo e personale, in cui c’è la necessità di introversione, di scavare nel proprio mondo interiore per tirare fuori dal cappello magico le proprie immagini, e vi è un momento di confronto con ciò che ci circonda, con la realtà in cui siamo immersi quotidianamente! E molte volte è proprio questo impatto che ci spaventa e ci fa retrocedere! L’altro da me, così diverso ma così uguale, che ci mette di fronte alle nostre parti nascoste che non vogliamo vedere, ma che proiettiamo sull’altro.

La forza della condivisione sta proprio nel poter continuare ad affermare il proprio Io, senza doversi annullare, come succede invece nei lavori collettivi; dove la collettività annulla l’individualità. Nell’opera condivisa la diversità diventa il punto di forza perché ognuno aggiunge il tassello mancante per arrivare alla completezza. Vi è un’energia attrattiva in un’opera condivisa perché è portatrice di più energie, di più punti di vista sul mondo rendendo l’opera d’arte tendente alla completezza.

Il viaggio di ogni individuo è alla scoperta delle parti nascoste di noi e nell’opera condivisa ci si mette in gioco, ci si confronta, ci si completa, ci si specchia nell’altro.

Gli artisti dell’opera condivisa potrebbero non essere considerati come tali dal circuito dell’arte contemporanea, perché fuori da tutto quel mercato dell’arte che decide, non si sa su quali principi, chi è artista e chi no. Qui invece tutti sono artisti, portatori di una visione personale del mondo che esprimono attraverso il proprio modo di fare Arte.

Ognuno di noi è artista della propria vita e ognuno ha il suo modo di esprimersi, conoscersi e trovare il proprio canale espressivo più affine.


'Art Coaching
FARE ARTE INSIEME' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

20 + nove =

Scroll Up