Angel Coaching
IL DIALOGO INTERIORE

Oggi riflettevo con una mia carissima cliente sul dialogo interiore: anche se non ce ne accorgiamo o quasi, spesso c’è una vocina dento di noi che ci parla in modo non dolce e amorevole, ma severo e critico.
Spesso riproduce i rimproveri e le critiche che ci siamo sentiti fare dai genitori o altre figure di riferimento quando eravamo bambini, frasi tipo “tanto non sei capace” “ e figurati se non lo sbagliavi”, “sei sempre il solito imbranato” e simili, e non ci fa per niente bene ripetere a noi stessi queste cose!
Ora, già il fatto di avere voci interne che parlano a loro piacimento può essere una cosa da osservare e magari non lasciare a briglia sciolta, poiché la mente è un utile strumento, ma il conduttore siamo noi e sarebbe auspicabile imparare a condurla, appunto. E questo, come dico sempre, si può fare lavorando su noi stessi con auto-osservazione, Presenza consapevole e amorevole.

Comunque, torniamo alla vocina criticona: molte persone sono consapevoli che c’è e la assecondano credendo che ciò che essa afferma sia vero e lasciandosene influenzare, oppure lottano contro di essa, ma questo crea lotta ancora più conflitto e malessere, altre persone invece non ci badano molto e cercano di ignorarla, ma essa resta presente.
Come fare?

Si può cominciare con un esercizio che consiglio spesso:
1 Auto osservazione, sempre, sii presente e consapevole di cosa accade in te: pensieri , sensazioni e anche le famose “vocine interiori”; semplicemente osserva senza voler modificare nulla, sii consapevole e osserva restando presente. Scoprirai che ci sono molti più pensieri, voci, sensazioni, impulsi, reazioni ed emozioni di quanto credevi.
2 Quando ti accorgi che ti stai criticando o rimproverando, ascolta e magari annota le frasi che hai appena sentito nella tua mente.
3 Ora immagina davanti a te una bambina o bambino di circa 4 anni: gli diresti le stesse cose? Che effetto ti farebbe? Non ti sembrerebbe crudele e dannoso dire le stesse cose a lui/lei? Cosa provi osservandola/o? Rivolgergli critiche o rimproveri lo aiuterebbe a crescere e migliorare? O c’è un modo migliore?
Ecco è esattamente ciò che fai quando ti critichi o giudichi aspramente, non ti aiuti a migliorare, anzi si crea una reazione di chiusura che ostacola la crescita e il cambiamento e rischi di ri-traumatizzare la parte di te che ha subito certi rimproveri da piccola.
4 Cosa vorresti dire a questa bimba/o? Come vorresti rivolgerti? Che tono e parole vorresti usare, che pensi siano più utili e adatte a farlo crescere in modo sano e armonioso? Ascolta il tuo cuore, te le suggerirà!
5 Può essere una buona idea, ogni volta che ti accorgi di aver pensato o pronunciato parole che non sono gentili verso di te, dire a te stessa/o tre frasi positive e gentili.

Ora sai quali parole e frasi usare per modificare questo dialogo, ogni volta che ti sorprendi a parlarti duramente puoi fare questo esercizio, curerà le ferite ed eviterà di crearne altre; naturalmente non si tratta di autoincensarsi e di farsi complimenti a casaccio privi di fondamento, ma di prendere coscienza dei pensieri che non ci fanno bene, neutralizzarli con pensieri e frasi benefiche.
Tutto questo mentre lavori per sciogliere le ferite del passato e con la presenza ti liberi dai pensieri imparando a vivere nel qui e ora, ovviamente.
Un piccolo esercizio di consapevolezza che è un inizio, ma può fare una bella differenza.
Puoi anche chiedere ai tuoi angeli di aiutarti in questo: e in particolare all’Arcangelo Michele affinché ti aiuti a lasciare andare pensieri e convinzioni negativi; l’Arcangelo Jophiel può aiutarti a trovare parole e modi amorevoli e positivi per pensare a te stesso.

Spero che queste riflessioni ti siano utili e se vuoi raccontarmi come vivi questo tema, scrivimi!


'Angel Coaching
IL DIALOGO INTERIORE' non ha commenti

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Vorresti condividere i tuoi pensieri?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

due × cinque =

Scroll Up